SALUZZO | CN - 24 aprile 2022

Home page  /  News  /  Sport e tutela ambientale

 14 Aprile 2022

Sport e tutela ambientale

Sport e tutela ambientale

La Mezza del Marchesato e Consorzio SEA
Domenica 24 aprile 2022

All’interno di un’azione che prevede attività sul territorio volte a informare sui servizi di Raccolta Differenziata e sulle modalità per una riduzione  della produzione dei rifiuti e per un loro corretto smaltimento, il Consorzio SEA ha scelto la MEZZA MARATONA DEL MARCHESATO per lanciare alcune novità che renderanno la manifestazione ancor più ecosostenibile.

La gara sarà occasione per procedere a una attività di sensibilizzazione della popolazione locale, dei turisti e degli atleti al corretto smaltimento dei rifiuti attraverso la  loro differenziazione.

 

Obiettivi e azioni

  • Contribuire alla sensibilizzazione e alla comunicazione per un corretto  smaltimento dei rifiuti rivolto in particolar modo agli utenti del Consorzio, ai turisti e agli atleti
  • Ridurre l’impatto sul territorio della manifestazione implementando un circuito di  recupero e selezione dei rifiuti prodotti che verranno avviati al riciclo e a un  corretto smaltimento.

In linea con i principi espressi nella “Carta Internazionale per gli Eventi Sportivi Sostenibili”  o “Carta di Courmayeur” l’attenzione alla sostenibilità ambientale delle competizioni si  rivolge ad alcuni aspetti principali:

  • Forniture sostenibile secondo una politica di green procurement;
  • Sistema di gestione rifiuti incentrato sul riciclo;
  • Prevenzione degli sprechi alimentari;
  • Ecoscope;
  • Mobilità ed energia sostenibile;
  • Azioni di monitoraggio e ricerca ambientale

“La Mezza del  Marchesato” si concentrerà sulla riduzione dell’impatto dei ristori volanti e sull’allestimento di una zona ecologica alla partenza e all’arrivo della gara – distribuzione di locandine informative sulla corretta raccolta differenziata, nonché sulla formazione di un gruppo di volontari (selezionati e gestiti dall’organizzazione della gara) per i ristori volanti che al termine della competizione compiranno un servizio di “eco scope”, ovvero di controllo e pulizia di eventuali rifiuti residui abbandonati lungo il  percorso di gara.

 

Ristori volanti

Nei 3 ristori volanti previsti verranno forniti sacchi e relativi reggi-sacco per i rifiuti lì prodotti (plastica). La presenza di volontari permetterà di verificare che le bottiglie non vengano  abbandonate sul territorio, ma siano recuperate e avviate al riciclo. La raccolta delle bottiglie dei rifornimenti dei corridori sarà da effettuarsi, laddove possibile, anche attraverso appositi “cestini per corridori” di adeguate dimensioni e visibili  agli atleti da posizionare lungo il percorso qualche metro dopo il ristoro.

Sistema di gestione rifiuti incentrato sul riciclo

La raccolta differenziata funziona quando i punti di raccolta sono visibili e ben  comunicati. A tale scopo verrà predisposta una eco-isola per la raccolta della plastica  e di altri rifiuti nell’area della partenza e dell’arrivo.

L’attività prevede:

  1. Predisposizione dell’isola ecologica opportunamente segnalata
  2. Coordinamento con uffici tecnici che si occupano di gestione dei rifiuti;
  3. Preparazione materiale informativo da inserire nel pacco gara per informare gli atleti sulla corretta differenziazione dei rifiuti;
  4. Organizzazione logistica per consegna e ritiro materiale eco-isole;

Ecoscope
Sarà organizzata e formata una speciale sezione di Eco Scope che affianca il servizio  scope tradizionali, finalizzata all’azione di pulizia del percorso da rifiuti eventualmente  abbandonati da atleti o dal pubblico. 

I volontari saranno individuati e selezionati dall’organizzazione.
E.R.I.C.A. fornirà sacchi e quanti per i volontari.